Pasta fresca: Tagliolini di fave

 

In tantissimi ci avete chiesto una ricetta per preparare la pasta fresca quindi oggi vi presentiamo la ricetta base per preparare i TAGLIOLINI DI FAVE! Adatti a tutti i gruppi sanguigni, potete abbinarli a sughetti di verdure, carne bianca e pesce consentiti al vostro gruppo sanguigno. 
E' necessario utilizzare la farina di legumi denaturata per ottenere una pasta resistente in cottura. 
LA DENATURAZIONE è un processo che si può realizzare facendo cuocere a bassa temperatura per molte ore le farine di legumi, cioe' a 90 gradi per 3 ore. In questo modo le proteine dei legumi si aprono (denaturazione) e quando la farina entrerà in contatto con l’acqua formeranno dei grovigli molto compatti che si rompono con difficoltà, permettendo di mantenere la cottura della pasta.
La cuticola di psillio in questo caso dona elasticita' all'impasto e quindi facilita la lavorazione e migliora la consistenza della pasta cotta.

 

 

INGREDIENTI

 

130 g farina di fave denaturata
5 g cuticola di PSILLIO
1 uovo intero
23 ml acqua

 

 
PROCEDIMENTO

 

Unisci la farina alla cuticola di psillio e mescola. Aggiungi l'uovo.
Versa il composto su una spianatoia, aggiungi meta' dell'acqua e impasta.
Aggiungi anche l'altra meta' dell'acqua e impasta energicamente. Se necessario spolvera con poca farina di fave sul banco di lavoro e lavora il panetto fino a quando avra' assorbito tutta la farina e non sara' piu' appiccicoso. 
Stendi il panetto con un matterello, senza spolverare farina, cercando di mantenere una forma rettangolare. Passa piu' volte la sfoglia ottenuta nella sfogliatrice per stenderla ulteriormente ed ottenere lo spessore desiderato.
Dividi a meta' la sfoglia ottenuta e procedi con la creazione dei tagliolini che andrai a distribuire in una teglia spolverata con della farina di fave.
A questo punto i tagliolini sono pronti per essere cotti subito, fatti essiccare oppure congelare.
Per congelarla disponi la pasta in nidi, con una distanza di un paio di centimetri tra un nido e l’altro su una teglia coperta con carta forno e inserisci la teglia intera nel congelatore. Dopo 1 ora quando i nidi saranno diventati molto rigidi, disponili in un sacchetto da congelatore.