TORTA ALLE CAROTE E PRUGNE SECCHE - VEGAN E SENZA GLUTINE

 

TORTA ALLE CAROTE E PRUGNE SECCHE - VEGAN E SENZA GLUTINE

Perfetta se volete ridurre lo zucchero nella vostra alimentazione. Questa torta e' diventata una delle mie preferite, perche' si prepara in un attimo, non dovete montare le uova come in altre torte, anche perche' qui le uova non ci sono. Io utilizzero' la farina di grano saraceno ma sappiate che viene bene anche con farina di quinoa.

Le prugne secche possono essere sostituite con i datteri.

Per il gruppo 0, A. Il gruppo B, AB sostituire la farina di grano saraceno con la farina di quinoa.

 

torta vegana alle carote e prugne secche

 

 

INGREDIENTI

200 g prugne secche + 20 ml acqua
150 g carote (2 piccole)
scorza grattugiata di 1 limone
200 g farina di grano saraceno
8 g lievito in polvere per dolci
60 ml olio vegetale
320 ml latte di mandorle
1 pizzico di sale

 

PROCEDIMENTO

La prima cosa che dobbiamo fare e' mettere in ammollo in acqua calda, per una ventina di minuti le prugne secche.
Poi prendiamo le carote, le sbucciamo e le grattugiamo sui fori piu' larghi della grattugia.

 

La carota e' uno degli ingredienti naturalmente dolci che utilizzeremo ma oltre alla dolcezza le carote donano anche morbidezza nell'impasto.
A questo punto mettiamo le carote in una ciotola e grattugiamo un limone sui fori piu' piccoli della grattugia.

 

Essendo un dolce senza zucchero e' fondamentale aromatizzare l'impasto altrimenti avra' un sapore troppo neutro. Il limone in questo caso e' perfetto ma anche della vaniglia andrebbe benissimo.
A questo punto versiamo la farina di grano saraceno in una ciotola grande, poi aggiungiamo anche le carote grattugiate, la scorza di limone, il lievito in polvere per dolci e 1 pizzico di sale.

 

Mescoliamo il tutto e riprendiamo le nostre prugne secche che nel frattempo sono diventate piu’ morbide.
Le strizziamo e le frulliamo insieme ai 20 ml di acqua.
Una volta frullate, dobbiamo ottenere un composto molto morbido, le uniamo insieme al resto degli ingredienti e poi aggiungiamo anche l'olio vegetale e il latte di mandorle o di soia.

 

Ora mescoliamo il tutto, fino ad ottenere un impasto liscio e omogeneo.
Prendiamo uno stampo da 22 cm di diametro, lo spennelliamo con dell’olio e poi lo infariniamo molto bene. Questa fase e’ fondamentale per far si che la torta si stacchi dallo stampo. In alternativa ovviamente potete utilizzare la carta da forno.
A questo punto versiamo il nostro impasto nello stampo e cuociamo nel forno statico pre riscaldato a 180 gradi per circa 35 minuti.

 

Una volta sfornata fate la prova stecchino e se completamente cotta potete rimuovere lo stampo e farla raffreddare.
Una volta fredda io l’ho tagliata e l’ho servita con una cascata di yogurt di soia e cacao amaro.
Beh, non so che altre parole usare per descrivere questa torta, voi provatela e mi direte!
torta vegana alle carote e prugne secche